Castellazzo Bormida

Mozione pro-vita, proteste Alessandria

Una mozione anti-aborto, analoga a quella approvata a Verona, ha fatto scattare le proteste, ad Alessandria, in Consiglio comunale. A presentarla il presidente del Consiglio comunale Emanuele Locci e il consigliere Oria Trifoglio, a favore dei movimenti 'pro-vita'. La discussione del documento è stata impedita dalla rumorosa protesta dell'associazione 'Non una di meno', che al grido di "vergogna vergogna" hanno portato alla sospensione definitiva della seduta di oggi. Dopo il presidio sotto Palazzo Rosso, con circa un centinaio di partecipanti, la protesta è arrivata al piano nobile del Consiglio comunale. Occupato il loggione e steso lo striscione con scritto 'La L.194 non si tocca', i manifestanti hanno lanciato volantini. Sono poi iniziati rumori, fischi e urla, fino all'annullamento della seduta. "Quello cui abbiamo assistito è un atteggiamento indegno di una sala democratica", ha detto Locci. I manifestanti hanno annunciato l'intenzione di "tornare fino a quando non sarà ritirata la mozione".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie